Servizi di linea trasporto marittimo
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
[big]Al Giglio, da sempre, per tutto l'anno[/big]
Data: 19/02/2020

Non solo mare, l'Isola del Giglio con il suo territorio per il 90% selvaggio e incontaminato è la meta perfetta  anche per chi ama il trekking, le lunghe passeggiate immersi nella natura, la scoperta di piccoli centri abitati. La primavera o l'autunno sono, sicuramente le stagioni migliori per godere degli scorci più suggestivi dell'isola, lontano dai flussi turistici tradizionali. Attraverso i circa 50 km di sentieri e le antiche mulattiere, si possono raggiungere i tre centri abitati di Giglio Castello, Giglio Porto e Giglio Campese e li ammirare al Rocca Aldobrandesca e le mura medievali del Castello, o la chiesa barocca di San Pietro apostolo in cui, tra le tante reliquie, c'è quella importantissima dell'ulna di San Mamiliano. Il vescovo che dopo la sua morte scaccio, con un miracolo, una volta per tutte i pirati dall'isola. Era l'11 novembre 1799 e da quel giorno, tutti gli anni, si festeggia San Mamiliano dei turchi. Dal Castello si può arrivare, avvolti dagli odori di mirto, lentisco e ginestra fino alla baia del Campese, a cui fanno da cornice lo scoglio del Faglione, e l'omonima Torre, risalente al XVIII secolo, anche costruita contro le invasioni corsare. Al Campese si può anche camminare sulla spiaggia più grande dell'isola e percorre il sentiero verso la vecchia miniera. Sempre dal Castello, crocevia di tutti i viaggianti, si può salire fino a 498 mt sulla punta della Pagana, la punta più alta dell'isola, incotrare sulla strada il sito megalitico della Cote Ciombella, oppure scegliere di scendere giù, fino all'estremità sud dell'isola: Punta del Capel Rosso. Lì dove si incotrano l'est e l'ovest e nelle giornate di cielo terso si possono avvistare all'interno di un unico sguardo tutta la costa, da Follinica a Roma da un lato e dall'altro le isole di Montecristo, Elba e Corsica, lì dove mare e cielo sono un tutt'uno e si capisce che la terra è tonda. Oppure sì, può decidere di scendere giù al Porto, il centro abitato più antico. Il primo insediamento risale all'epoca romana e romana è la Villa di cui ancora vi è traccia, nelle vasche delle murene della caletta del Saraceno. A custodire il Porto, un'altra torre d'avvistamento gemella di quella del Campese, e due fari il Rosso e il Verde segnali per i natanti. Lungo i sentieri, seguendo la mappa-isola-del-giglio , si possono incontrare conigli, lucertole, uccelli migratori, mufloni, si possono avvistare i delfini, raggiungere fonti d'acqua, i i luoghi nascosti dell'isola. Si possono raccogliere fichi dalle ficaie, ammirare i filari regolari delle vigne e i loro terrazzamenti, raccogliere di nascosto i limoni e arance, oppure avventurarsi nei rovi a fare le more, addentare i fichi d'india, evitando le spine! Tutto questo lo si può fare autonomamente o accompagnati da una guida turistica attraverso escursioni organizzate.

 

Per percorre i sentieri si consigliano scarpe da trekking o calzature solide, almeno una bottiglia d'acqua e di dimenticarsi il telefono cellulare. In molti punti, infatti, il segnale non arriva. 

 

Sull'isola potete trovare la guida ufficiale del Parco Marina Aldi, l'unica guida che risiede sull'Isola che vanta una lunga esperienza. E' possibile organizzare visite giornaliere, ed escursioni guidate giornaliere, che partono dalla terraferma.

Per informazioni dettagliate sui sentieri e sui percorsi potete visitare il sito giglioinfo.it

 

 

Visualizza orari e tariffe per l'Isola del Giglio. 

 Prenota il tuo viaggio.

PHOTOGALLERY

| I porti

Prenota Online

Le nostre minicrociere

Tariffe e orari

LA FLOTTA

| Isola del Giglio

| In evidenza

Si comunica che dal 17 Maggio 2017 è entrato in vigore il "Ticket Parco" per l'Isola di Giannutri pari ad € 4.00

Questo sito utilizza cookie di navigazione per funzionare correttamente e per analizzare il traffico. Per la completa funzionalità del sito acconsenti alla condivisione dei dati di utilizzo con i fornitori di contenuti incorporati nel sito.

Accetto   Rifiuto   Informativa Privacy